Il potere sottile di Zhang Ziyi


Negli ultimi mesi il “soft power” cinese è argomento di articoli, studi, discussioni, libri… Ne parliamo anche su Cineresie.info con una serie di conversazioni sul “modello cinese”.

Il punto, più o meno è questo: se la Cina vorrà davvero imporsi a livello globale dovrà essere in grado di esercitare quel potere sottile e intangibile rappresentato da “cultura, valori e istituzioni della politica”. Per essere influenti bisogna essere sexy, rispettabili, interessanti, unici.

Non è esattamente l’immagine dei cinesi nel mondo attualmente. La strada è ancora lunga e piena di ostacoli, ma il lavoro in RPC  è già iniziato. I prossimi 10-15 anni saranno stimolanti da questo punto di vista. Personalmente, nell’attesa di approdare a conclusioni definitive sulla questione, sottoscrivo l’opinione espressa da Will Moss e che ho sentito riportata in uno degli ultimi Sinica Podcast curati da Kaiser Kuo:

Zhang Ziyi: that’s soft power!

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: